home > Servizi > Autotrasporto

Autotrasporto

SERVIZI UFFICIO TRASPORTI CONFARTIGIANATO U.P.A. FEDERIMPRESA

ACCISE SUL GASOLIO:

Le accise sul gasolio consistono in un credito a favore delle imprese che matura trimestralmente, che hanno due possibilità di recupero attraverso compensazione o con accredito su conto corrente bancario; la richiesta può essere fatta da tutte le ditte che utilizzano veicoli alimentati a gasolio, in conto proprio o per conto terzi, con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t e di classe ambientale uguale o superiore ad Euro 3. L’ufficio Trasporti di U.P.A. si occupa di calcolare, tramite apposito software, tale importo e di presentare la dichiarazione all’Agenzia delle Dogane competente. Per le imprese che si affidano all’Associazione per la tenuta della contabilità viene effettuata la raccolta delle fatture e la compilazione del prospetto.

CORSI DI FORMAZIONE:

U.P.A. Federimpresa, sempre attenta alle esigenze ed agli obblighi delle ditte associate organizza corsi di formazione mirati; nel caso degli autotrasportatori è attiva per quanto riguarda i corsi di utilizzo del cronotachigrafo e, adesioni permettendo, accesso alla professione. Eventuali nuove normative e nuovi corsi saranno presi in considerazione dall’Associazione per permettere alle imprese di adeguarsi ed essere sempre in regola ed aggiornate.

AUTORIZZAZIONI DI TRASPORTO ECCEZIONALI:

Dal 01 gennaio 2016 la richiesta di autorizzazione al trasporto eccezionale per le province dell’Emilia-Romagna viene richiesta tramite il portale telematico TeOnline. Inoltre è prevista una procedura telematica anche per la richiesta su strade ANAS. L’ufficio Trasporti di U.P.A. si occupa di richiedere tali autorizzazione previa fornitura della documentazione necessaria da parte dell’impresa.

TRASPORTO IN CONTO PROPRIO:

 Per le imprese che hanno nel loro parco veicolare mezzi con portata superiore alle 6 t destinati al trasporto in conto proprio, e che necessitano di autorizzazione, l’ufficio trasporti si occupa della presentazione della relativa domanda agli uffici della Provincia.

RICHIESTA AUTORIZZAZIONI VARIE PER IL TRASPORTO:

U.P.A. Federimpresa si occupa, su richiesta della ditta, è possibile richiedere eventuali autorizzazioni di trasporto (ad esempio accessi portuali, autorizzazioni per il trasporto alimentare ecc.).

 

WHITE LIST:

Considerata la sempre crescente richiesta di controlli da parte dei committenti, spesso viene domandata agli autotrasportatori l’iscrizione alla white list della Prefettura, ovvero una certificazione antimafia ed anticorruzione. Il nostro ufficio Trasporti si occupa della compilazione della relativa modulistica ed invio della domanda di iscrizione alla Prefettura di Piacenza tramite PEC.

             

 

TRASPORTO DI RIFIUTI:

Gli autotrasportatori in conto terzi che trasportano rifiuti speciali, sia pericolosi  che non pericolosi, devono essere iscritti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali ed essere autorizzati.

L’Associazione è in grado di seguire e consigliare a 360 gradi tutte le imprese che necessitano di assistenza in riferimento all’Albo Gestori. Vengono predisposte le istanze di iscrizione e rinnovo o cancellazione, delle pratiche di variazione e del versamento dei diritti annui di iscrizione.

SISTRI: in riferimento al trasporto di rifiuti, chi effettua la raccolta di rifiuti speciali pericolosi per conto di terzi è tenuto all’iscrizione al SISTRI ossia il sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi. U.P.A. Federimpresa può consigliare ed aiutare le imprese ad effettuare le pratiche relative a iscrizione, modifiche o cancellazioni e pagamenti del contributo annuale.

 

RICHIESTE VARIE: considerate le sempre più numerose richieste ed autorizzazioni necessarie per il settore dell’autotrasporto, il servizio si occupa di tutte le pratiche necessarie che le imprese richiedono (ad esempio il rilascio di carte tachigrafiche in Camera di Commercio, acquisto e vidimazione dei Formulari dei Rifiuti per chi li trasporta, recupero di pedaggi autostradali attraverso Consorzi specializzati ecc).

 

 

 

I referenti dell’ufficio trasporti di U.P.A. Federimpresa frequentano regolari incontri e corsi di aggiornamento per tenere il passo dei frequenti cambi normativi; vengono svolte riunioni con tutti i funzionari di Confartigianato dell’Emilia Romagna, con la presenza del presidente nazionale, fondamentali per  conoscere le intenzioni del Governo.

 

 

Per ogni ulteriore chiarimento o informazione l’Ufficio Ambiente e Trasporti rimane a disposizione ai recapiti sotto indicati.

 

 

Ufficio Ambiente e Trasporti U.P.A. Federimpresa

dott. Marco Barocelli 0523/307550 – trasporti@upapc.org

geom. Francesco Curtoni 0523/307543 – f.curtoni@upapc.org

--------------------------------------------------------------------------------------

NEWS:

14/03/2017 - CORSO DI FORMAZIONE E ISTRUZIONE DEI CONDICENTI UTILIZZO CRONOTACHIGRAFO

L’Unione Provinciale Artigiani UPA - Federimpresa organizza con Formart il “CORSO SUL BUON FUNZIONAMENTO DEL CRONOTACHIGRAFO”.

In allegato (clicca qui per scaricarlo ) si invia la presentazione del Corso che si terrà a Piacenza presso la sede UPA di Strada della Raffalda n. 14 nei giorni di sabato 6 e 13 maggio dalle ore 08:30 alle ore 12:30.

Per ogni ulteriore informazione e per la richiesta di partecipazione al Corso (da inviare entro il 15 aprile 2017) contattare l’Ufficio Trasporti e Ambiente dell’Unione Provinciale Artigiani ai seguenti recapiti:

-          francesco curtoni tel. 0523.307543 e-mail: f.curtoni@upapac.org

-          marco barocelli tel. 0523.307550 e-mail: trasporti@upapc.org

--------------------------------------------------------------------------------------

02/01/2017 - AUTOTRASPORTO calendario dei divieti 2017

E’ disponibile l'annuale decreto del Ministero che dispone, per particolari categorie di veicoli e di trasporti stradali, il divieto di circolazione fuori dai centri abitati in alcuni giorni e orari durante l’anno 2017.

Il provvedimento ha obiettivo di garantire migliori condizioni di sicurezza nei periodi di maggiori traffico.

Il Decreto Ministeriale n. 439 del 13 dicembre 2016 “Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l’anno 2017” è stato registrato alla Corte dei Conti, Reg.1, Foglio 4616.

Le limitazioni previste nel calendario interessano veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate adibiti al trasporto merci, quelli eccezionali o che hanno carichi eccezionali e quelli che trasportano merci pericolose.

Non si applicano, invece, ad alcuni tipi di veicoli e di trasporti precisati nel decreto, come, ad esempio, i mezzi dei Vigili del fuoco per interventi di emergenza, i veicoli militari e di polizia per esigenze di servizio, i veicoli dei Comuni adibiti al servizio di nettezza urbana. In alcuni casi l'autorizzazione a circolare nei giorni di divieto deve emessa dal Prefetto.

Per scaricare il provvedimento fare clik qui.

--------------------------------------------------------------------------------------

04/10/2016 - AUTOTRASPORTO CONTO TERZI: INCENTIVI PER IL RINNOVO

                          E ADEGUAMENTO TECNOLOGICO DEL PARCO VEICOLARE

L’Ufficio Trasporti informa che il “Decreto Investimenti 2016” già sottoscritto dal Ministro Delrio lo scorso 19 luglio, è stato, a sua volta, “firmato dalla Corte dei Conti per cui sarà di imminente pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

 

Ricordiamo ai nostri associati che le risorse disponibili ammontano a circa 25 milioni di euro che saranno destinati ad incentivi a beneficio delle imprese di autotrasporto merci conto terzi, per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare.

 

In dettaglio: gli importi massimali di agevolazione per veicolo:

 

-         7.000,00€ per ogni veicolo radiato per rottamazione o per esportazione fuori U.E., di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicolo euro 6, di massa complessiva  a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate.

-         Fino a 3.500,00€ per veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate, a trazione CGN (metano)

-         Fino a 8.000,00€ per veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate, a trazione CGN (metano)

-         Fino a 20.000,00€ per veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate, a trazione LNG (gas naturale liquefatto)

-         Fino a 10.000,00€ per veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5tonnellate e fino a 7 tonnellate, a trazione elettrica (full eletric)

 

Gli importi massimali relativi all’agevolazione per rimorchi/semirimorchi/casse mobili/semirimorchi portacasse

 

-         Fino a 5.000,00€ (PMI) o fino a 1500,00 (grandi imprese) per rimorchi e semirimorchi, per trasporto combinato ferroviario UIC 596-5, e per trasporto marittimo dotati di gamci nave IMP, dotati di sispositivi innovativi per maggiori standard di sicurezza ed efficianeza energetica.

-         Fino a 8.500,00€ per l’acquisto di ciascun insieme di 8 casse ed 1 rimorchio o semirimorchio

 

I contributi sono maggiorati su richiesta del 10% nel caso di piccole e medie imprese, nonché reti di impresa.

 

Gli investimenti ammessi sono quelli avviati dopo il 15 settembre 2016, mediante acquisto o locazione finanziaria, di beni nuovi di fabbrica.

 

Le domande per usufruire delle agevolazioni dovranno essere presentate a partire dal 20 ottobre 2016, ed entro il termine perentorio del 15 aprile 2017

 

Per informazioni: Ufficio Trasporti (Marco Barocelli 0523/307550 email: trasporti@upapc.org)

Per predisposizione pratiche: Ufficio Credito 0523/307517  email: credito@upapc)

--------------------------------------------------------------------------------------

03/10/2016 - TACHIGRAFI: STOP ALLE SANZIONI PER IL MODELLO ASSENZE

La Commissione Europea, con la nota di chiarimento n. 7, ha sostenuto che nel momento in cui l’autista attiva il tachigrafo per riprendere servizio sul veicolo, deve registrare retroattivamente sulla carta del conducente (tramite gli appositi dispositivi manuali) tutte le attività diverse dalla guida (svolgersi di altre mansioni in ditta) e i periodi di inattività (ferie, malattie, periodi di riposo…) riferiti ai 28 giorni precedenti.

L’impiego del modello di attestazione è giustificato solo se, per motivi tecnici, la registrazione retroattiva non fosse possibile (ad esempio nei tachigrafi digitali di prima generazione o in quelli analogici), oppure appaia eccessivamente onerosa. Di conseguenza le autorità di controllo degli Stati membri sono state invitate: ad accettare il modello di attestazione in presenza di una di queste situazioni giustificate; a non imporre l’utilizzo per attestare l’attività svolta dall’autista fuori dal veicolo; infine, a non sanzionare la mancanza di tale modello a bordo del mezzo.

Con una nota del 1° settembre u.s. la Direzione Centrale per la Polizia Stradale del Ministero dell’Interno ha dato attuazione in Italia all’orientamento della Commissione Ue, stabilendo l’inapplicabilità delle sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente legate alla mancata esibizione del modello di controllo da parte del conducente e alla mancata conservazione del medesimo modello per una anno nei locali aziendali. Ciò non toglie che in un’ottica di collaborazione con le forze di Polizia, per chiarire le eventuali assenze nell’arco dei 28 giorni precedenti le imprese possono comunque continuare ad avvalersi del modello di controllo.

Ufficio Ambiente e Trasporti

Marco Barocelli 0523/307550 trasporti@upapc.org

--------------------------------------------------------------------------------------

06/07/2016 - AGEVOLAZIONI AUTOTRASPORTO 2016

Gentile associato,

in allegato cliccando qui, la comunicazione dell’Agenzia delle Entrate che dà conferma degli importi destinati alle deduzioni forfettarie ed al Servizio Sanitario Nazionale.

U.P.A. Federimpresa ricorda inoltre che per poter usufruire del SSN è necessario portare in Associazione copia delle polizze assicurative (dei veicoli con massa a pieno carico non inferiore a 11,5t ed esclusi Euro 2 o inferiori) per poter calcolare l’importo da mettere in compensazione.

Per informazioni:

Barocelli Marco

Tel.0523 307550

e-mail  trasporti@upapc.org

--------------------------------------------------------------------------------------

28/06/2016 - COMUNICAZIONE ACCISE GASOLIO 2016 2° TRIMESTRE

L’Ufficio Trasporti di UPA Federimpresa ricorda la rilevazione, tramite scheda allegata, dei km al 30 giugno 2016 validi per la compilazione della dichiarazione delle accise sul gasolio relative al 2° trimestre.

Per le ditte con contabilità in U.P.A. Federimpresa sarà nostra cura recuperare le fatture d’acquisto del gasolio da autotrazione, mentre per le ditte che gestiscono la contabilità in proprio o presso altri, si prega di consegnare le fotocopie delle fatture di gasolio all’Ufficio Trasporti.

In allegato, cliccando qui, la scheda per la comunicazione dei dati necessari al calcolo.

Si prega di restituirla compilata entro il 10 agosto 2016

 

Cordialmente

U.P.A. FEDERIMPRESA PIACENZA - Ufficio Trasporti.

Marco Barocelli

Tel.0523 307550

e.mail  trasporti@upapc.org

--------------------------------------------------------------------------------------

17/05/2016 - MODALITA’ DI INTERVENTO DEL PIANO DI VIGILANZA E  CONTROLLO DA PARTE DELL’AUSL AI SENSI DEL D.LGS 81/08

In data 06/05/2016 l’Ausl di Piacenza ha presentato, presso la propria sede, le modalità di vigilanza e controllo che attuerà nel triennio 2016/2018 ai sensi del D.Lgs 81/08. Di seguito una sintesi dell’incontro.

Gli obiettivi del progetto sono:

 Ridurre gli infortuni sul lavoro

 Monitorare i rischi di malattie correlate al lavoro

 Migliorare lo stile di vita nei luoghi di lavoro

 Promuovere la cultura delle prevenzione

Per raggiungere questi obiettivi e prevenire incidenti stradali in orario di lavoro (secondo i dati ISTAT il 40% degli infortuni deriva da incidente stradale e di questi il 50% è mortale) l’Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza ha sviluppato un progetto, che verrà adottato dall’intera Regione, che prevede 3 fasi:

1. Eventi informativi/formativi

2. Interventi di vigilanza e controllo

3. Interventi di promozione della prevenzione per la salute

Per poter attuare il 2° punto è stata redatta una

"LISTA di CONTROLLO" che verrà utilizzata dagli ispettori durante gli stessi interventi di vigilanza. Tale lista è costituita principalmente da 4 punti:

 

1. VALUTAZIONE DEI RISCHI: forse il punto più importante, indica che all’interno del DVR ci deve essere un capitolo dedicato agli incidenti stradali, redatto sulla base dei fattori interferenti (frequenza e durata dell’esposizione al rischio, fattori tecnici e fattori umani). Le imprese devono valutare e gestire questo rischio come tutti gli altri rischi aziendali, anche se fisicamente è collocato all’esterno dell’azienda.

2. FORMAZIONE ed INFORMAZIONE: il datore di lavoro deve organizzare la sicurezza e la salute sul lavoro mettendo il dipendente in condizioni di sicurezza ed in condizione di non commettere azioni non conformi e di non trovarsi mai in difficoltà ed in pericolo. Deve inoltre addestrare il lavoratore alla sicurezza e poi vigilare sui suoi comportamenti. Inoltre ogni lavoratore è tenuto alla formazione obbligatoria sulla sicurezza, costituita da corsi di formazione generale di 4 ore + la formazione specifica che varia a seconda del settore (per i trasporti il rischio è MEDIO e quindi il corso è di 8 ore, esente per chi ha CQC). Se vengono utilizzate attrezzature particolari, viene fatta una formazione aggiuntiva con test finali da rinnovare ogni 5 anni.

3. PROCEDURE AZIENDALI ed ORGANIZZATIVE: procedure di sicurezza nel settore Trasporti:

 PROCEDURA RELATIVA ALLA MANUTENZIONE DEI MEZZI di TRASPORTO: individuare un responsabile che metta in chiaro e per scritto le procedure di sicurezza dei veicoli (manutenzione mezzi ordinaria e straordinaria, scadenziario della manutenzione ecc…)

 REGISTRO MANUTENZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO

 CONTROLLI SUGLI EQUIPAGGIAMENTI DI SICUREZZA: controllare che ogni veicolo sia dotato degli equipaggiamenti di sicurezza ed ogni lavoratore dei DPI.

 MODALITA’ DI CARICO E SCARICO CON VERIFICA FINALE DI STABILITA’ DEL CARICO: istruire i lavoratori sulle procedure (scritte) di carico e scarico e di stabilizzazione del carico stesso.

4. SORVEGLIANZA SANITARIA: visite mediche specifiche correlate ai rischi del settore

La suddetta lista è utilizzata nel settore dei TRASPORTI, sono esclusi agenti di commercio e rappresentanti che utilizzano l’automobile per spostamenti di lavoro. Sono inoltre esclusi i viaggi casa-lavoro e lavoro-casa. E’ mirata a ridurre gli incidenti per i lavoratori che utilizzano mezzi di trasporto come strumento di lavoro, quindi tutti gli autotrasportatori e le attività commerciali.

Questo progetto prevede inoltre la possibilità per le aziende di autotrasporto di aderire in maniera volontaria e non vincolante a questa iniziativa compilando una scheda (che verrà allegata in una email successiva e scaricabile dal ns. sito internet e dal sito dell’ausl) in cui vengono indicate le cause, le conseguenze e le modalità di incidenti avvenuti ai propri lavoratori da far pervenire poi all’Ausl di Piacenza. E’ possibile indicare anche i casi di incidente evitato, per capire meglio le situazioni in cui quotidianamente i lavoratori si trovano.

Tale iniziativa permette all’Azienda Sanitaria di trovare le risposte alle difficoltà delle imprese di trasporto e di tutelarle.

Infine questo progetto prevede una promozione della buona salute, specialmente da parte del medico competente il quale dovrebbe diffondere la cultura delle buone abitudini alimentari per mantenersi in salute.

Per maggiori informazioni:

dott. Marco Barocelli di U.P.A. 0523/307550 trasporti@upapc.org

dott.ssa Cella di A.U.S.L. 0523/317802 m.cella@ausl.pc.it

dott.ssa Ralli di A.U.S.L. 0523/317804 m.ralli@ausl.pc.it

--------------------------------------------------------------------------------------

12/05/2016 - La compilazione del modulo di assenza alla guida

Il modulo di assenza è stato introdotto dall’art. 9 del Decreto Legislativo 4 agosto 2008, a seguito del recepimento della Direttiva 2006/22/CE del Parlamento europeo.

Ogni conducente di autoveicolo munito di tachigrafo o cronotachigrafo deve documentare i periodi di assenza dalla guida dell’autocarro.

Il suddetto modulo dovrà essere portato al seguito dal conducente di un veicolo dotato di cronotachigrafo in relazione ai 28 giorni precedenti a quello del controllo e dovrà essere esibito a richiesta degli organi di Polizia Stradale.

La mancata esibizione del modulo da parte dell’autista o dell’impresa e l’esibizione di un modello alterato o incompleto, comporta la sanzione amministrativa di euro 154,00 e l’intimazione a presentare la documentazione entro 30 giorni ad un comando di Polizia, pena l’applicazione di una ulteriore sanzione amministrativa con segnalazione all’Ispettorato del Lavoro.

Per scaricare il modulo il modulo clicca qui.

--------------------------------------------------------------------------------------

10/05/2016 - CORSO DI PREPARAZIONE PER CAPACITÀ PROFESSIONALE AI TRASPORTI INTERNAZIONALI

U.P.A.-Federimpresa, in collaborazione con Formart, organizza il corso di preparazione per l’esame di capacità professionale internazionale per autotrasportatori di merci che si terrà presso la sede di Piacenza dell’ente formativo Formart.

Per tutte quelle ditte volenterose di ampliare le proprie possibilità di lavoro, che fossero interessate al corso di rimanda al volantino allegato con tscheda di adesione da far pervenire direttamente all’Ente di formazione nella persona di Graziella Tucchetti.

Per scaricare il volantino con i costi e la scheda di adesione clicca qui.

--------------------------------------------------------------------------------------

28/04/2016 - BANDO PER L'ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL'IDONEITÀ PROFESSIONALE DI AUTOTRASPORTO

L'esame si svolgerà il giorno giovedì 16 Giugno 2016 presso la sede della Provincia in Corso Garibaldi, n. 50.

Prima prova scritta (QUIZ) ore 9:00

Seconda prova scritta (ESERCITAZIONI SU UN CASO PRATICO) ore 11.00

L'ammissione alla seconda prova scritta è subordinata al superamento della prima prova

Le domande dovranno essere consegnate entro le ore 12:00 del giorno mercoledì 01 Giugno 2016 presso:

 

* Ufficio Relazioni con il Pubblico, via Garibaldi 50 - Piacenza

* nel caso di spedizione postale tramite raccomandata AR (a: Provincia di Piacenza - Servizio Programmazione e Territorio, Trasporti, Turismo e Attività Produttive - Corso Garibaldi, n. 50 - 29121 Piacenza) faranno fede la data e l'orario del timbro postale

 

 

REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALL’ESAME:

 Maggiore età

 Non essere interdetti giudizialmente

 Non essere inabili

 Non essere sottoposti a misure amministrative di sicurezza personali

 Avere assolto all’obbligo scolastico o al corso formativo

 Avere la residenza anagrafica o l’iscrizione nell’anagrafe degli italiani residenti all’estero

 

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Trasporti di U.P.A. Federimpresa 0523/307550 – trasporti@upapc.org

Oppure:

Ufficio della Provincia: Maserati Gianmarco 0523/795390 – gianmarco.maserati@provincia.pc.it

--------------------------------------------------------------------------------------

24/09/2015 - Novita' in materia di autorizzazioni internazionali al trasporto merci su strada

L’Ufficio Trasporti di UPA Federimpresa comunica che il Decreto Dirigenziale 11 settembre 2015 n. 149 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  pubblici apporta alcune modifiche al precedente Decreto Dirigenziale del 9 luglio 2013 recante "Disposizioni di applicazione del decreto 2 agosto 2005 n. 198 in materia di autorizzazioni internazionali al trasporto merci su strada".

Fra le principali novità:

- E' consentito alle imprese italiane il trasporto di merci verso paesi extra UE anche con veicoli di massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate (rispetto alle 6 t di cui al comma 5 dell'articolo 1 del Decreto Dirigenziale del 9 luglio 2013);

- Riduzione in via sperimentale delle barriere all'entrata per le imprese italiane affinché possano pianificare il trasporto in regime CEMT senza una pregressa attività in regime di autorizzazioni bilaterali;

- E' favorito l'accesso alla titolarità delle autorizzazioni CEMT a imprese che utilizzano  veicoli tecnologicamente innovativi e a minor impatto ambientale;

- E' modificato il regime  delle autorizzazioni bilaterali rilasciate a titolo precario (in senso più favorevole alle imprese);

-  Per la sola annualità 2015 il termine perentorio per la presentazione di domande di rinnovo per le autorizzazioni bilaterali (nonché di quelle di conversione in assegnazione fissa) viene fissato al 31 ottobre 2015 (il termine era fissato, precedentemente, al 30 settembre).


Per chiarimenti e ulteriori informazioni: Ufficio Trasporti: Marco Barocelli 0523/307550 

email: trasporti@upapc.org

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

07/08/2015 - Deduzione forfetaria di spese non documentate

L'Ufficio Trasporti UPA comunica che cambiano, su disposizione del Ministero dell'Economia, le deduzioni forfetarie spettanti agli autotrasportatori.

In relazione al nuovo stanziamento. ed in sostituzione delle misure riportate nel comunicato pubblicato sul sito dell'Agenzia dell'Entrate il 2 Luglio 2015, gli importi delle deduzioni forfetarie spettanti per il periodo d'imposta 2014 sono i seguenti:




1)  44,00 euro per i trasporti all’interno della Regione e delle Regioni confinanti.  Al riguardo si ricorda che la deduzione spetta anche per i trasporti personalmente effettuati dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35%  di quello spettante per i medesimi trasporti nell’ambito della Regione o delle Regioni confinanti;

2)  73,00 euro per i trasporti effettuati oltre tale ambito.

Resta confermata la misura agevolativa per il recupero delle somme, versate nel 2014, come contributo al Servizio Sanitario Nazionale sui premi di assicurazoineperla responsabilità civile per i danni derivanti dalla circolazione di veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5 tonnellate.

Per maggiori informazioni: Ufficio trasporti - Marco Barocelli - U.P.A. FEDERIMPRESA PIACENZA

0523/307550 trasporti@upapc.org 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

05/08/2015 - Ulteriori   disposizioni per la operatività degli Uffici periferici del Ministero dei Trasporti

la Circolare n. 4/2015 del 24 luglio 2015 Prot. n. 14875 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione, gli Affari Generali ed il Personale  –  Direzione generale per il trasporto  stradale e per l'intermodalità: "Ulteriori   disposizioni per la operatività degli Uffici periferici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti con riferimento al Registro elettronico  nazionale delle imprese di trasporto su strada (REN) e al trasferimento di funzioni in materia di tenuta degli Albi provinciali degli autotrasportatori".  

In   sintesi, per le imprese di trasporto su strada di cose, si fa seguito alla circolare n. 2/2015 del 13 maggio 2015 con la quale erano state fornite le prime indicazioni di carattere operativo a seguito del trasferimento delle competenze dalle province al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in materia di tenuta degli albi degli autotrasportatori.

La modulistica  in   allegato alla presente circolare   ha la funzione di facilitare la proposizione delle istanze grazie alla standardizzazione dei formati e di consentire alle imprese di richiedere all'amministrazione le modifiche di interesse o di comunicare le informazioni rispetto alla condizione di impresa autorizzata all'esercizio della professione/iscritta al REN. 

Per   la dimostrazione e la comunicazione del requisito dell'idoneità finanziaria in particolare si  introducono i  moduli di attestazione di esistenza polizza professionale e attestazione di esistenza  fidejussione (ultimi  due  allegati)

Si tenga presente che   nulla è cambiato riguardo alle modalità sostanziali che le imprese hanno l'onere di porre in essere per confermare il possesso del requisito che va dimostrato con la certificazione del   revisore contabile sulla base dei conti dell'impresa,  o,  in alternativa, tramite attestazione fideiussoria rilasciata da istituti bancari, compagnie di assicurazione o intermediari finanziari a ciò autorizzati ,  nonché, per le nuove imprese che presentano domanda di  autorizzazione all'esercizio della professione di trasportatore su strada, anche mediante polizza assicurativa di responsabilità professionale, ma limitatamente ai primi due anni di  esercizio della professione medesima.

Nulla è mutato,   inoltre,  riguardo ai requisiti soggettivi che devono vantare coloro che rilasciano tali attestazioni. Le stesse, infatti, debbono essere emesse dalla compagnia di assicurazione o dalla banca o altro istituto come sopra indicati, parti dei sottostanti contratti di assicurazione o che hanno prestato la fideiussione, che siano regolarmente autorizzati ad esercitare la specifica attività e che siano, pertanto iscritti nei rispettivi albi, registri od elenchi.

L'attestazione  deve   essere, quindi, prodotta dall'impresa di trasporto su strada, salvo che non ricorra alla certificazione di un revisore contabile, per la dimostrazione iniziale o, comunque, annuale del requisito dell'idoneità finanziaria.

All'amministrazione è,   in   ogni caso, riservato il diritto di chiedere, comunque, la produzione successiva degli originali dei contratti, la cui esistenza è dichiarata tramite   l'attestazione, ad esempio qualora emergano eventuali dubbi sui reali contenuti o sulla sussistenza dei medesimi

Nella circolare è  altresì  indicato che è fatta riserva di fornire ulteriori istruzioni, anche in relazione ad eventuali osservazioni.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

06/07/2015 - AUTOTRASPORTO: RECUPERO DEI CONTRIBUTI PER IL SSN RELATIVI AL 2014

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso, in data 02/07/2015, una nota con la quale conferma, anche per l’anno 2015, la possibilità di recuperare i costi pagati per il Servizio Sanitario Nazionale nelle RC-Auto dei veicoli aventi massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5 tonnellate.L’agevolazione è utilizzabile per un importo massimo di 300€ a veicolo.

L'Associazione è a disposizione per il calcolo del suddetto recupero.

Per informazioni:0523 307550

trasporti@upapc.org

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

19/05/2015 - Sostegno all'autotrasporto: firmato, finalmente, il decreto che rende operativi i 250 milioni

Stanziati dalla Legge di Stabilità 2015

Via libera, sia pure a distanza di oltre 4 mesi dall'approvazione della Legge di stabilità 2015, al decreto interministeriale che autorizza, per il 2015, la spesa di 250 milioni di euro per interventi in favore del settore dell'autotrasporto.Il decreto, su cui il 27 gennaio scorso e' stato trovato l'accordo con le associazioni di categoria dell'autotrasporto ai fini della ripartizione delle risorse e' stato infatti firmato dal ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Graziano Delrio, e dal ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan.

Ora l'impegno e' ad accelerare il piu' possibile sugli ulteriori adempimenti per far si' che il settore disponga quanto prima delle risorse.Con il provvedimento sono state introdotte nuove forme di aiuti per rimettere in moto lo sviluppo del settore dell'autotrasporto gravemente penalizzato dalla congiuntura economica negativa e dagli effetti della liberalizzazione del settore, garantendo altresi' la continuita' di precedenti misure specifiche del comparto e in campo sanitario, professionale e ambientale.Ricordiamo che l'accordo prevede:

20 milioni per la deduzione del contributo SSN sulle polizze RCA;

60 milioni per la deduzione delle spese non documentate a favore dei titolari di imprese individuali o dei soci di S.n.c. che guidino personalmente i propri veicoli;

120 milioni per la riduzione compensata dei pedaggi autostradali;

40 milioni per misure di spostegno ad investimenti, aggregazioni e/o ristrutturazioni delle imprese;

10 milioni per la formazione professionale degli addetti del settore

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

16/04/2015 - Dati Autotrasporto: Emilia Romagna seconda in Italia

Continua la crisi del settore dell' autotrasporto con un' emorragia di imprese ed addetti che non si ferma: nel III trimestre 2014, le imprese registrate dell' autotrasporto, individuate nella classe Ateco 2007 49.41 Trasporto merci su strada, sono 99.802, di cui artigiane 61.568, pari al 61,7%.

In cinque regioni si concentra oltre la metà (54,3%) delle imprese del comparto: Lombardia con 15.392 imprese (15,4%), Emilia-Romagna con 10.887 imprese (10,9%), Veneto con 9.820 imprese (9,8%), Campania con 9.457 imprese (9,5%) e Lazio con 8.603 imprese (8,6%). "La nostra regione - commenta Marco Granelli, presidente di Confartigianato Emilia Romagna - è seconda in Italia per numero di imprese che trasportano merci, siamo una delle punte di diamante di questo settore grazie anche ad una posizione strategica che ci pone come snodo stradale fondamentale, una cerniera tra nord e sud, est ed ovest dell' Italia.
Un flusso di merci importante grazie anche alla presenza del porto di Ravenna e alla vicinanza con quelli toscani e liguri, senza dimenticare l' importante collegamento con l' Europa attraverso il Brennero. Purtroppo però anche nella nostra regione si perdono addetti e molte aziende chiudono, a causa soprattutto della concorrenza sleale degli operatori esteri, i quali non rispettano le normative ed applicano prezzi al di sotto di ogni logica di mercato".
Tra il III trimestre 2013 e il III trimestre 2014, le imprese del comparto sono scese del 2,8%, pari a 2.844 imprese in meno; tutte le regioni sono in flessione, tranne Molise e Valle d' Aosta che sono stabili.

Tra le principali vediamo che la flessione meno intensa è il -1,9% del Veneto, seguito dalla Campania con il -2,4% e dalla Lombardia con il -2,7%; l'Emilia-Romagna è al quarto posto con -4,0%, seguita dal Lazio con il -4,1%. Osservando la dinamica nel lungo periodo rispetto al III trimestre 2009 il comparto scende del 13,3%, pari a ben 15.275 imprese in meno e tutte le principali regioni mostrano cali intensi, la Campania segna un calo del 5,2% mentre le altre mostrano flessioni superiori al 10%: il Veneto è a -13,1%, il Lazio è a -13,3%, la Lombardia è a -14,0% e l' Emilia-Romagna è a -15,3%. Per quanto riguarda l' Emilia Romagna è Bologna la provincia con il maggior numero di imprese di autotrasporto: sono 2.394 con 8.154 addetti, di queste sono artigiane 2.042 imprese; seconda Modena con 1.748 imprese, di cui 1,432, gli addetti sono in totale 4.099; terza Reggio con 1.313 imprese, 1.068 le artigiane, 4.437 gli addetti; quarta Forlì-Cesena con 1.290 imprese, di cui 1.058 artigiane, 3.637 gli addetti; quinta Ravenna con 1.010 imprese, 805 quelle artigiane, 2.772 gli addetti; sesta Piacenza con 843 imprese, 589 le artigiane, 3.379 gli addetti; settima Ferrara con 771 imprese, ben 635 le artigiane, 1.595 gli addetti in totale; ottava Parma con 763 imprese, 536 le artigiane, 3.838 gli addetti; chiude nona Rimini con 755 imprese, 642 le artigiane, 2.075 gli addetti. E' molto rilevante la componente artigiana dell' autotrasporto a fronte di un' incidenza media del 61,7%, in quatto regioni ci si avvicina o si superano i tre quarti del totale: al primo posto troviamo l' Emilia-Romagna con l' 80,9%, pari a 8.807 imprese, seguita dalle Marche con il 77,9%, pari a 2.775 imprese, dal Trentino-Alto Adige con il 74,8%, pari a 1.141 imprese, e dal Friuli-Venezia Giulia con il 74,1%, pari a 1.282 imprese.

La dinamica annuale dell' artigianato del comparto è peggiore del totale imprese infatti il calo arriva al 4,4% mentre rispetto al III trimestre 2009 l' artigianato risulta ridimensionato di un quinto (-20,0%) arrivando a perdere in termini assoluti sia nel breve che ne lungo periodo più imprese rispetto al totale: si contano, infatti, 2.853 imprese artigiane in meno in un anno e 15.407 in 5 anni.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

18/03/2015 - comodato o locazione senza conducente - Disposizioni in materia di disponibilità temporanea, per comodato o locazione senza conducente, di veicoli adibiti al trasporto delle merci - Circolare prot. n. 5681 del 16 marzo 2015

Confartigianato Trasporti informa che è stata emanata in data 16 marzo 2015 la Circolare prot. n. 5681 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con oggetto “Art. 94, comma 4bis del Codice della strada Disposizioni in materia di disponibilità temporanea, per comodato o locazione senza conducente, di veicoli adibiti al trasporto delle merci”.

In sintesi, sono forniti chiarimenti circa le disposizioni in materia di disponibilità temporanea per comodato o locazione senza conducente, di veicoli adibiti al trasporto di merci.

Preliminarmente, si ricorda che nell’ambito dell’esercizio dell’attività di autotrasporto per conto di terzi è consentita la disponibilità dei veicoli a titolo di proprietà, usufrutto, acquisto con patto di riservato dominio, locazione finanziaria, nonché, nei casi prefigurati nella circolare in oggetto, locazione e comodato senza conducente, mentre non è consentita la cessione di veicoli a titolo di sublocazione o subcomodato. Non sono mai ammesse altre forme di disponibilità temporanea.

Di seguito le tabelle riepilogative.




CONTRATTO DI LOCAZIONE

 

1) Veicoli di m.c.p.c. inferiore o uguale a 6 tonnellate immatricolati per uso di terzi per locazione (art. 82 C.d.S., comma 5, lettera a), in locazione per uso proprio.
ammesso
page11image8816

Per i contratti superiori ai 30 giorni: aggiornamento dell’archivio nazionale veicoli

2) Veicoli di m.c.p.c. inferiore o uguale a 6 tonnellate immatricolati per uso proprio in locazione per uso proprio.

non ammesso

page11image17848page11image18488
3) Veicoli di m.c.p.c. superiore a 6 tonnellate immatricolati per uso proprio e muniti di licenza in conto proprio, in locazione per uso proprio.
page11image23856page11image24336page11image24496page11image24976

non ammesso

page11image27168page11image27648page11image28128page11image28608

4) Veicoli di qualsiasi massa complessiva immatricolati per uso proprio in locazione per trasporto di merci per conto di terzi.
non ammesso

page11image36720page11image37200page11image37360page11image37840

5) Veicoli di qualsiasi massa complessiva, immatricolati per uso di terzi, per trasporto di merci per conto di terzi, in locazione a soggetti che intendono utilizzarli per uso proprio.
non ammesso

page11image45240page11image45720page11image46040page11image46520

6) Veicoli di m.c.p.c. inferiore o uguale a 6 tonnellate immatricolati per uso di terzi per locazione (art. 82 C.d.S., comma 5, lettera a), in locazione per il trasporto di merci per conto di terzi.
ammesso
Documenti da tenere a bordo

Contratto di locazione
Certificato Albo o REN
Rapporto di lavoro del conducente

7) Veicoli di qualsiasi massa immatricolati per uso di terzi, per trasporto di merci per conto di terzi (art. 82 C.d.S., comma 5, lettera d), in locazione per il trasporto di merci per conto di terzi.
ammesso
Documenti da tenere a bordo

Contratto di locazione

Certificato Albo o REN
Rapporto di lavoro del conducente

 



CONTRATTO DI COMODATO

 

1) Veicoli di m.c.p.c. inferiore o uguale a 6 tonnellate immatricolati per uso proprio, in comodato per uso proprio.
ammesso
Documenti da tenere a bordo

Per i contratti oltre i 30 giorni: tagliando di aggiornamento della carta di circolazione.

2) Veicoli di m.c.p.c. superiore a 6 tonnellate immatricolati per uso proprio e muniti di licenza in conto proprio, in comodato per uso proprio.
non ammesso
page12image18024page12image18344
3) Veicoli di qualsiasi massa complessiva, immatricolati per uso proprio in comodato per trasporto di merci per conto di terzi.
page12image22432page12image22912

non ammesso

4) Veicoli di qualsiasi massa complessiva, immatricolati per uso di terzi, per trasporto di merci per conto di terzi, in comodato per uso proprio.
page12image32088page12image32568page12image32888page12image33368

non ammesso

page12image35400page12image35880page12image36360page12image36840

5) Veicoli di m.c.p.c. inferiore o uguale a 6 tonnellate immatricolati per uso di terzi per locazione senza conducente (art. 82 C.d.S., comma 5, lettera a), in comodato a soggetti che intendono utilizzarli per uso proprio.
non ammesso
6) Veicoli di qualsiasi massa immatricolati per uso di terzi, per trasporto di merci per conto di terzi (art. 82 C.d.S., comma 5, lettera d), in comodato a soggetti che intendono utilizzarli per conto di terzi.
page12image49968page12image50448page12image50608page12image51088

ammesso

Documenti da tenere a bordo

Allegato 3 della circolare n. 4/2011 vistato dall’UMC.

Rapporto di lavoro del conducente

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF